Patente Nautica – La riforma degli esami 2015/2016

Uniformità, trasparenza, efficienza e ottimizzazione delle procedure

Questi sono i principi ispiratori delle procedure d’esame previste dal Decreto 366 del 4 Ottobre 2013.

Decreto che entro quest’anno pare inevitabilmente diventare operativo. Essendo già più di una volta rimandato…

A chi scrive pare giusto limitare il potere discrezionale di un esaminatore poco oggettivo, che non sa essere nè imparziale nè efficace nel valutare il grado di preparazione del futuro navigante. Sapendo poi che in termini di correttezza il potere italiano non è mai stato un campione, nulla da dire ad un sistema in cui il test finale sia il più “random” e trasparente possibile.

 

Siamo sicuri che il nuovo esame a quiz migliori le cose?

L’esame migliore sarebbe quello che, quello più di ogni altro, portasse l’aspirante comandante ad una comprensione ragionata delle norme di navigazione.

La discussione di materie come le scienze di navigazione con un esaminatore che prima di essere tale dovrebbe essere un marittimo dovrebbe avere un valore aggiunto enorme.

Servirebbe anche a chi non essendo avvezzo ad indovinelli può dimostrare di avere una coscienza ed un piede marino.

Invece, per colpa di qualche esaminatore che non riesce (o non vuole) fare il suo lavoro in maniera onesta, dobbiamo dire che è meglio un sistema a quiz uguale per tutti.

Aspetto positivo: chi è in odore di promozione ad una settimana d’esame siamo sicuri che sarà promosso senza spiacevoli sorprese.

In cosa dobbiamo sperare?

Dobbiamo sperare che i nuovi test ministeriali (in attesa di approvazione) siano quanto più possibili chiari e trasparenti. L’idea degli istruttori di nautica che hanno maturato esperienze con quelle commissioni esaminatrici che sono operanti con il sistema che tra poco verrà esteso a livello nazionale è che, purtroppo, ci siamo ancora molto domande sibilline. E, francamente, il candidato respinto alla teoria per la domanda che presenta dubbi di carattere interpretativo non fa bene alla nautica di cui abbiamo bisogno.

Dunque si agli esami a quiz perché non ci siano sorprese, ma che siano chiari!

Intanto chi può faccia subito un esame con il sistema collaudato di una scuola e di una commissione trasparente ed affidabile. Che rilasci patente entro 12 miglia ed oltre 12 miglia. Che se ho una patente entro 12 miglia da estendere non faccia un esame teso a mettere in discussione la patente entro 12…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *